Lunedì 19 Febbraio 2018
Stampa

«Dopo tanti anni riportiamo nelle splendide acque del borgo di Porto Rotondo il campionato italiano di Offshore. Svolgeremo questo evento grazie alla sinergia tra Comune di Olbia, Consorzio, Yacht Club e l’Associazione commercianti di Porto Rotondo. – afferma l’Assessore al Turismo e alle attività produttive Marco Balata – Il Campionato Italiano di OffShore rappresenta un evento di sicura attrattiva, in grado di pubblicizzare la località di Porto Rotondo come sede di eventi di livello internazionale, di promuovere le eccellenze enogastronomiche, artigianali e artistiche del territorio attraverso gli eventi collaterali. Ringrazio anche la Marina di porto Rotondo e la Capitaneria per il prezioso contributo».

Grande soddisfazione anche da parte del presidente del Consorzio, Leonardo Salvemini: «Un’importante occasione per valorizzare Porto Rotondo e creare attrazioni anche in periodi di spalla alla stagione turistica».

Marcello Lombardo, Presidente dell’Associazione Commercianti commenta: «Siamo lieti di ospitare questo evento che andrà a vivacizzare il borgo. Naturalmente, i negozi e le strutture ricettive saranno aperte per l’occasione».

Sulla stessa linea Roberto Azzi, Presidente dello Yacht Club Porto Rotondo: «Si tratta di un passo importante per questo territorio. Questo evento potrà essere un volano non solo per lo sport di taratura internazionale, ma per il comparto del turismo. Un importante eco per Olbia e per tutta la Sardegna».

Il Campionato Italiano Offshore sarà su quattro appuntamenti che si svolgeranno a San Felice Circeo (Lt), Porto Rotondo (Ot), Cariati (Cs) e Chioggia (Ve).

Le categorie al via saranno la classe "Cinquemila" e la classe "Endurance" per un totale di circa quindici imbarcazioni.

La gara di Porto Rotondo sarà valida anche come prova unica del Campionato Europeo classe 3D (Cinquemila). Tale Campionato vedrà al via le imbarcazioni già dal Venerdì e la sommatoria dei  punti con la gara che si svolgerà alla Domenica decreterà il Campione Europeo 2018.

La disciplina dell'Offshore in Italia è regolamentata dalla Federazione Italiana Motonautica appartenete al C.o.n.i. La FIM, guidata dalla presidenza dell'Avvocato Iaconianni, ha dato mandato di promoter alla Società Uno Agency Srl che si avvale della consulenza dell'istrionico pilota motonautico Maurizio Schepici, già Campione Mondiale di Endurance.

Maurizio Schepici afferma: «Siamo davvero contenti di poter fare una gara del nostro Campionato in una delle località marittime più suggestive al mondo, che già aveva ospitato una gara di questo tipo negli anni Ottanta. Tutti gli "attori" di questa disciplina sono entusiasti di poter gareggiare in queste acque e davanti ad un pubblico che sicuramente accorrerà numeroso».

Luca Zerbini - Uno Agency Srl: «Il ringraziamento più sentito per questa bella opportunità per il nostro sport va all'Amministrazione Comunale di Olbia che ha sposato immediatamente il progetto ed a tutte le parti interessate nell'organizzazione come la Guadia Costiera, il Consorzio e lo Yacht Club che ospiterà l'Evento».