Martedì 19 Dicembre 2017
Stampa

Comunicato Stampa

J-AX LANCIA DA MILANO IL CONCERTO DI CAPODANNO A OLBIA
«SI RINNOVA IL PONTE TRA LOMBARDIA E SARDEGNA»

MILANO, 14 DICEMBRE 2017 – «Se è vero che molti italiani hanno il mito di Milano, è altrettanto vero che molti milanesi e lombardi hanno da sempre il mito della Sardegna»,

lo ha detto il rapper J-Ax intervenendo oggi al ristorante “La Terrazza” di via Palestro a Milano alla presentazione del Concerto di Capodanno di Olbia, del quale sarà atteso protagonista. Con lui c’erano Marco Balata, Assessore al Turismo del Comune di Olbia, e Claudio Pedrazzini, Consigliere regionale della Lombardia. J-Ax ha ricordato i molti concerti in terra sarda, compreso l’ultimo precedente del 2011 a Olbia e il maxi evento alla Maddalena con Fedez del settembre scorso, ma anche i tempi in cui era ragazzino, negli anni ’80, quando la vacanza sull’isola era un sogno e ci andavano i milanesi «stile da casello a casello un giro di Rolex». J-Ax ha dato due anticipazioni importanti: il concerto di Capodanno sarà aperto da suo fratello Grido (ex dei Gemelli Diversi) e l’appuntamento di Olbia sarà di fatto l’anteprima del ritorno del rapper alla carriera da solista dopo la fortunata parentesi con Fedez (che si chiuderà con l’atteso concerto di San Siro del prossimo 1 giugno), tant’è che per l’occasione sull’isola il cantante ha riunito la sua band e proporrà molti dei suoi evergreen.
La vetrina milanese dell’evento del 31 dicembre è stata voluta dall’amministrazione comunale di Olbia per dare un’impronta nazionale a un appuntamento che già ora si qualifica come la più importante manifestazione di Capodanno della Sardegna. L’Assessore Marco Balata ha tessuto le lodi di J-Ax artista e uomo e ha spiegato che «Olbia è onorata di poter ospitare un cantante che tratta temi che investono la società attuale e coinvolgono i giovani e i loro valori. La sua presenza e l’evento del quale sarà protagonista a Capodanno sono la dimostrazione di una Sardegna che non vuole vivere solo d’estate, ma può attrarre turismo e partecipazione in tutto il resto dell’anno, proprio grazie ad appuntamenti importanti come questo».
«I lombardi scelgono la Sardegna per il suo mare splendido, ma anche per il territorio, per le città e per la gente, della quale lo scorso settembre, con l’iniziativa “Vita da aMare”, abbiamo potuto apprezzare ancora una volta la grande ospitalità». Così Claudio Pedrazzini, che ha ricordato l’ottava edizione della rassegna velica “Vita da aMare”, per ragazzi diversamente abili, che a fine estate ha portato oltre cento giovani “speciali” lombardi e sardi sulle acque di Porto Rotondo a bordo di 22 imbarcazioni e che verrà replicata anche nel 2018. «Proprio con “Vita da aMare” abbiamo dimostrato la capacità di un territorio e dell’Amministrazione di Olbia di accogliere e di rendersi accessibile davvero a tutti – ha dichiarato ancora il Consigliere regionale lombardo -. Per il concerto di Capodanno puntare su J-Ax, che con la sua musica raggiunge milioni di giovani, significa aver scelto il miglior testimonial possibile».